La “definizione FAA” delle contrail farlocca

Le balle dei Marcianò BrosLa “definizione FAA” delle contrail farlocca Uno dei mantra preferiti d’o comandante è quella che lui chiama la «definizione FAA delle contrail», che ripeteva ossessivamente (questo, questo, questo, questo, questo e questo sono solo alcuni esempi): Secondo definizione FAA, una Contrail si forma sopra i 9000 metri, a temperature minori di -40° C, e con umidità relative superiori o uguali al 70%. Dopo averla tanto ribadita, però, all’improvviso Straker comincia a fornirne versioni diverse come questa (qui e qui): Le scie di condensa si formano a quote superiori ai 9.000 metri, valori di umidità superiori al 72% e temperature inferiori a -41° Celsius. o come quest’altra (qui): Le scie di condensa, infatti, si formano a quote superiori agli 8.000 metri,...

[[ This is a content summary only. Visit my website for full links, other content, and more! ]]
Questo articolo è stato pubblicato in Senza categoria da axlman . Aggiungi il permalink ai segnalibri.