Rotolando verso SUD episodio 1

Decido di partire il 31/03, cosi da passare a sorpresa per il compleanno di Giulio il giorno dopo a Sasso d’Ombrone. 


Da li proseguo tra le vie di campagna per Bagno Vignoni dove passo la notte per poi ripiegare su Siena per rifugiarmi da Marco causa maltempo.


Arrivo e vado a trovare Marco in negozio da Sam Sport e trascorro un paio di giorni nella città dei cavalli.


Da Siena per non ripercorrere un tratto già fatto prendo il treno fino a Chianciano Terme. 
In zona San Terezio, quando mi sto accampando per la notte dietro un casale abbondonato incontro Giancarlo (soprannominato l’Uomo Same).


Prima si ferma a fare 2 chiacchere poi si ripresenta dopo 20 minuti con un panino per cena e addirittura la mattina mattina mi invita a colazione in un bar nelle vicinanze.
Dopo aver percorso un tratto della ciclabile Assisi-Spoleto, rimango sconcertato dal traffico intenso e caotico di Spoleto ma ben presto mi riprendo sul tratto aperto della bellissima vecchia tratta ferroviaria.


Passando per Castelluccio raggiungo, non senza qualche intoppo per via delle strade chiuse causa terremoti, prima Amatrice e poi L’Aquila.


Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Road trip – Italy (introduzione)


Ciao a tutti sono Jonas, ho 32 anni e dopo vari viaggi in bici all’ estero ho deciso di intrapendere un giro in bici con l’obbietivo di raggiungere la Sicilia partendo dall’isola d’Elba.
Non ho vuluto studiare un percorso per rimanere il più aperto possibile a nuove esperienze e non sentirmi costretto a seguire un programma o dei tempi che mi potrebbero far rinuciare a dei bei momenti.
Attenzione!!! questo non significa che non mi sono organizzato! Oltre alle esperienze accumulate nei viaggi precedenti in particolare su come gestire le tempestiche delle singole giornate (mangiare, dormire e quanto tempo passare in sella), ho passato quasi un anno a mettere insieme e ponderare l’attrezzatura che ho con me sulla bici oggi.


Per assicurarmi che il pedalare rimanga un piacere mi sono imposto prima di partire, in caso di maltempo (o malumore!) di fermarmi e prendere una stanza e/o percorrere dei tratti in treno.

All’inizio del viaggio avevo deciso di fare a meno il più possibile di cellulare, social ecc… Insomma volevo concentrarmi unicamente sul viaggiare.
Ma dopo innumerevoli incontri e gran disponibilità e ospitalità di molte persone mi sono deciso di dare la possibilità a chi fosse interessato di ricevere aggiornamenti sul viaggio, così da poter almeno in minima parte ricambiare il tempo che mi è stato dedicato.

Sarà Marco a pubblicare di tanto in tanto brevi aggiornamenti e qualche foto del traggitto.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Raduno di fine stagione 2016 by Elbafreeride

Domenica 30 ottobre, sul molo di Portoferraio si sono dati appuntamento un centinaio di amanti delle ruote grasse provenienti da Toscana e da altre regioni d’Italia.
Completate le iscrizioni si contano ben 120 partenti, puntuali alle 9.30 si parte in direzione San Giovanni, per attraversare l’ormai famoso passaggio “lagunare”.
Passaggio molto suggestivo, ma purtroppo non sempre praticabile, per fortuna il meteo è stato clemente e ci ha regalato una giornata primaverile in pieno autunno: il cielo era completamente libero da nubi, l’aria pulita e 25 °C, impossibile chiedere di più; ma l’Elba è anche questo: una palestra a cielo aperto dove praticare sport outdoor praticamente in ogni periodo dell’anno.
Arrivati in zona Schiopparello iniziamo la risalita verso il Buraccio.
Breve sosta per ricompattare il gruppo e andiamo ad affrontare il sentiero del Cinghiale Azzurro, caratterizzato da uno stretto single track con sali e scendi con una prima parte esposta fra la macchia mediterranea e una seconda parte che attraversa un bellissimo bosco di lecci.
Terminato il primo trail arriviamo alla zona del ristoro, allestita nell’area panoramica sulla strada del Volterraio. 
Terminata la merenda a base di frutta, bibite e dolci preparati in casa, inizia la parte più impegnativa del raduno… LA CONQUISTA DI CIMA DEL MONTE!

Fra i partecipanti si cominciano a sentire diversi accidenti rivolti agli organizzatori, ma una volta giunti in vetta, si dimentica la fatica appena fatta, ammirando un panorama a dir poco mozzafiato.

Una volta arrivati in vetta a 483 mt slm inizia la discesa del Pastore, caratterizzata da una prima parte su sfondo smosso, misto scoglio per poi addentrarsi in una valle con macchia alta e bosco di leccio.

Giunti a fine discesa, ormai l’adrenalina si è sostituita alla fatica e possiamo andare ad affrontare un ultimo piccolo single track immerso nel bosco che ci conduce finalmente al meritato ristoro finale dove tutti i partecipanti hanno potuto gustare le prelibatezze sapientemente preparate da moglie e mamme del nostro staff.
Vi aspettiamo ancora più numerosi il prox anno con altre interessanti novità. 

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Urban Hill Rio nell’ Elba


Si è svolta oggi a Rio nell’Elba, la tappa di urban downhill elbano. Si contano circa 30 concorrenti elbani e non, che si sono sfidati fra i vicoli del piccolo comune.



La prima parte del tracciato era caratterizzata da un terreno molto impegnativo su terreno duro e ghiaioso che ha messo a dura prova i vari biker: una pinzata sbagliata e si perdevano preziosi secondi.
Terminato il tratto sterrato si entrava nel vivo della gara fra gli stretti vicoli di Rio Elba, caratterizzati da scalinate e strette curve.

La gara è stata dominata da Vittorio Ambrogio per la categoria Senior mentre Iishvara Perini si è aggiudicato la categoria Juniores.

Terminata la gara tutti a festeggiare in Piazza del Popolo fra i vari stand dei prodotti locali.


Un ringraziamento và a Dario Scattu e tutti i ragazzi dell’Elba Gravity Park per l’ottimo lavoro svolto sul tracciato e per l’organizzazione dell’evento e ad Elbafreeride Bike Shop di Roberto Benevelli per i premi messi in palio per le premiazioni!

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Raduno di Primavera


Domenica 24 Aprile, come per tutti i ponti e le festività ovviamente il meteo non è mai dalla parte del biker. Sono le 9.30 e ci troviamo sul molo di Portoferraio dove iniziamo a raccogliere le prime iscrizioni per il nostro raduno primaverile. 
Le previsioni non sono incoraggianti ed una leggera pioggerillina accoglie i primi partecipanti appena sbarcati.
Alle 10.30 inizia puntualmente il giro ed alla fine contiamo più di 60 partecipanti provenienti sopratutto dalla costa ma c’è presente un bel gruppo di vicentini portato anche dagli amici di 365.

Una volta partiti ci dirigiamo in direzione Antiche Saline per proseguire verso le terme di San Giovanni, dove un suggestivo passaggio sull’acqua ci conduce alle pendici delle Grotte dove è presente un antica villa Romana.

Attraversata la provinciale saliamo in quota costeggiando monte Orello sino a portarci in zona Acquabona.

Pedalando sulla salita del Buraccio, ci portiamo sul trail del Cinghiale Azzurro appena ripristinato per l’occasione.



Una volta terminato questo trail, caratterizzato da sali scendi dentro e fuori dal bosco, arriviamo sulla provinciale del Volterraio che dopo un breve tratto di asfalto ci condurrà alla meritata merenda di metà giro.


Una volta rifocillati si riparte per affrontare la discesa delle Scalette, perfettamente ripristinata dai ragazzi dell’Elba Gravity Park.


Una bellissima discesa molto panoramica, la prima parte è caratterizzata da un terreno più compatto e flow mentre la parte bassa è quella più insidiosa con lo scoglio che affiora e rende più avvincente il trail.

Una volta terminate le scalette continuiamo il giro che ormai volge al termine, rimangono infatti gli ultimi due single track curati dai residenti della zona: Federico e Mattia. Entrambi divertentissimi, molto flow super guidati fra lecci e bunker della Grande Guerra.

  
Terminato il giro finalmente il meritato ristoro con molte prelibatezze preparate dai nostri supporter. 
Vogliamo ringraziare tutti i partecipanti che nonostante le condizioni meteo non si sono tirati indietro, i supporter: famiglia Corsiper la logistica, Moby per la convenzione traghetti ed infine i ragazzi dell’Elba Gravity Park per il ripristino tempestivo delle Scalette. 



Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Alla scoperta del Raggio Verde

Domenica 11 ottobre si è svolto il raduno organizzao da Elba Freeride in collaborazione con l’Hotel Belmare.

Il ritrovo era fissato per le 7 sul molo di Portoferraio, ad accogliere gli ospiti provenienti da tutta Italia c’erano i ragazzi di Elba Freeride insieme a 2 navette messe a disposizione dal comune di Marciana. 

Dopo i consueti saluti di benvenuto a vecchie e nuove conoscenze i biker sono stati trasportati ai piedi della fortezza pisana nel comune di Marciana; qua si aggregano gli altri ospiti che erano già sull’isola dal giorno precedente. Alla fine si arrivano a contare quasi 60 partecipanti, nonostante le numerose rinunce dell’ultimo giorno causa maltempo fino alla notte del giorno precedente.
Dalla fortezza inizia la dura ascesa sino al Troppolo attraverso la via Crucis di Madonna del Monte.


Una volta giunti in vetta al Troppolo (692slm) e indossate le adeguate protezioni inizia l’impervia discesa che ci condurrà sino a Colle d’Orano; il trail è caratterizzato da una miriade di tornanti ed a rendere tutto più difficoltoso c’è il fango dovuto alle abbandonati piogge dei giorni precedenti.



Finita l’interminabile discesa ci troviamo nei pressi di Colle d’Orano dove ad attenderci oltre alle navette, c’è un’ottima merenda preparata dallo chef dell’Hotel Belmare. 


Fra una crostata e l’altra sulle facce dei partecipanti già si cominciano a vedere i primi sorrisi… Ricaricate le biciclette sulle navette torniamo alle pendici della Madonna del Monte e ci dirigiamo sino  a Serra Ventosa dove andremo ad affrontare la seconda discesa: l’ormai famoso  Raggio Verde. 

  


Un vecchio sentiero utilizzato dai pastori locali, sapientemente ripristinato e reso fruibile dagli amici di Patresi coordinati dall’infaticabile Vincenzo Anselmi.

Il sentiero dal punto di vista tecnico è veramente completo: parte alta sottobosco con tornanti, ripidi e passaggi esposti, per poi aprirsi e lasciare spazio ai graniti tipici della zona.

Una volta giunti sulla provinciale, procediamo sino a Colle d’Orano per affrontare l’ultima discesa che terminerà a Patresi mare, dove nel frattempo l’Hotel Belmare ci ha preparato un ricco buffet con le specialità locali.



I sorrisi abbondano sulle facce dei partecipanti, pienamente appagati dai trail e dallo squisito pranzo.

Per concludere la giornata qualche temerario approfittando della splendida giornata di sole decide addirittura di tuffarsi in acqua.


La giornata è stata fantastica, tante risate tutto è filato per il meglio e vogliamo ringraziare il comune di Marciana che ci ha messo a disposizione uomini e mezzi, gli amici di Patresi e l’hotel Belmare per il supporto che ci hanno fornito, senza il loro prezioso aiuto probabilmente non sarebbe stato possibile organizzare un evento simile.





Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Toscano Enduro Series #3 – Monte Brugiana (MS)

Oggi il Monte della Brugiana è stato animato da quasi un paio di centinaia di rider che hanno disputato la terza tappa del Toscano Enduro Series.
Lo start era fissato a Massa per le 9.30 e puntuali cominciano a partire i primi partecipanti. 
Dopo 4 km di risalita asfaltata si arriva nel vivo del percorso: un bosco ricco di castagni, pini felci ma sopratutto tanti cavalli. Le tre speciali erano caratterizzate da sessioni tecniche con ripidi e curve a gomito e tratti più veloci ma comunque molto guidati. 
Alta affluenza da parte del pubblico che ha riversato tutto il suo calore sui partecipanti durante la gara.
La gara se l’aggiudica Lazzoni Giorgio del team Green Planet Bike.
A seguire l’inossidabile Claudio Barreca che ormai ci ha abituati a vederlo sui gradini del podio
mentre il terzo posto va a Davide Carissimi a soli 4 secondi dall’atleta di Speed Point.
La mia gara invece si conclude in 59esima posizione a seguito di un paio di entrate un pò troppo lunghe su un paio di curve.
Il risultato non è stato dei migliori ma comunque rimane un bel sorriso per il tanto divertimento per la giornata appena trascorsa fra amici, sponde e salti.
Si ringrazia per le foto Marco Biso e Daniele Carrucoli.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Toscano Enduro Series #1 – Calci (PI)

Ieri domenica 8 marzo in quel di Calci, si è disputato il primo round del campionato toscano di enduro. 


Alla partenza si contavano addirittura 202 iscritti, l’organizzazione si è rivelata impeccabile: molti marshall lungo le PS, le 3 speciali erano tirate a lucido nonostante i disagi creati dal maltempo nei giorni scorsi.

La gara è stata dominata dall’inglese Yeomans Daniel del team Ancillotti Doganaccia, secondo posto per il local Barreca Claudio del team Speed Point ed ottimo terzo posto per Luigi Bianchi del team Alessi Racing Team, primo negli under 23.

L’altro compagno di squadra Marvin Ray Gamberi conclude con un buon nono posto, con il rimpianto dei secondi persi per il traffico trovato sulle 3 speciali.


….e adesso passiamo alle dolenti note: il mio risultato! Una PS1 deludente e una PS2 devastante: il mio deragliatore ha pensato bene di infilarsi fra i raggi della ruota, trinciando tutto il trinciabile! 

L’appuntamento con il cronometro è rimandato per la seconda tappa a Monteriggioni (SI) il 17 maggio!

Stay Tuned! 


Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

TEST AMBROSIO AK 26 by Alessi

Ambrosio da circa 80 anni è nel mondo del ciclismo nel settore delle ruote, ultimamente si è lanciata anche nella mtb. Grazie alla collaborazione con Alessibici ha creato il modello Ambrosio AK 26, una ruota dedicata ad un utilizzo am/enduro.

Caratteristiche tecniche:
  • Misura 27.5 
  • Cerchio Ambrosio AK 26 
  • Tubeless Ready 
  • Mozzo Ambrosio 
  • Può montare gomme fino a 2.35 
  • Compatibilità ant. QR/15mm; post. 135 mm o 142/12 
  • Corpetto compatibile per 10 velocità Shimano e Sram. 
  • Raggi Sapim con nipples in ergal 
  • Peso rilevato: 1700g (con nastro e valvole) 

Test:

Le ruote si presentano abbastanza leggere (considerato il range di utilizzo per cui sono state progettate) i mozzi hanno dimostrato una buona scorrevolezza si dal primo momento che si prendono in mano. 


Nell’utilizzo queste ruote si sono dimostrate robuste, i cerchi non hanno segnalato cenni di cedimento ne a livello di centratura, né a livello strutturale; anzi si sono dimostrate rigide e precise. 


Unica nota negativa con il nastro Ambrosio originale è stato sputato fuori un po’ di lattice subito dopo la tublessizzazione ma una volta solidificato nessun problema.

Sulla coppia che invece avevamo sostituito in origine il nastro Ambrosio con del comune nastro da cerchi non è stato riscontrato questo problema.

Un ottimo prodotto ad un prezzo accessibilissimo per una coppia di ruote, inoltre nota non dà poco sono completamente costruite ed assemblate in Italia ad un prezzo estremamente concorrenziale.

Che dire quindi? poca spesa e tanta resa con un prodotto italiano al 100%.



Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria

Drop and Roll First Edition

La passione ogni tanto porta a fare strane cose: nel cellulare la sveglia per i giorni feriali è programmata per le 7.45, ma nei festivi difficilmente suona dopo le 7; non sò se son rincoglionito io o è la passione che spinge a farmi saltare giu dal letto così presto la domenica mattina.

Domenica 7 settembre la sveglia è fissata per le 6.45: ho un appuntamento con Jonas, Roberto, Enrica e Mario alle 7.45 per andare a preparare il ristoro per il raduno che minuziosamente abbiamo organizzato durante la stagione estiva.
Son le 7.55 ed inziano i primi disguidi, Jonas ha un problema tecnico con la forcella e non può arrivare, Mario non ce l’ha fatta a scendere dal letto causa serate allegre ma per fortuna almeno Roberto non delude, anzi si porta con se alcuni amici biker del grossetano.


Arrivati all’Enfola cominciamo ad allestire il tendone che gentilmente ci è stato concesso dagli “Amici dell’Enfola” per organizzare il ristoro: si scaricano i frigoriferi, il bracere, i viveri e si apparecchiano i tavoli; neanche il tempo di prender fiato che subito bisogna correre alla nave, son le 9.15 e stanno per sbarcare i partecipanti provenienti da tutta la Toscana. 


Consegnate le tabelle e scambiati i primi saluti, il serpentone di bikers comincia a dirigersi in direzione S.Martino attraversando il quartiere di Carpani per raggiungere la villa di Napoleone, dove prontamente veniamo allontanati dal guardiano.



Dopo la brevissima sosta alla villa napoleonica iniziamo la salita che ci porterà sino a Buca di Bomba, dove è stato organizzato un aperitivo a sorpresa da parte di alcuni partecipanti (GRAZIE DAVVERO) con spritz, noccioline ed olive! Sorpresa decisamente apprezzata dai biker.



Una volta rifocillati affrontiamo un ultimo tratto di salita sino a raggiungere la prima discesa il “64″: un bel single track si snoda fra lecci e lentischi che caratterizzano i nostri boschi.


La discesa purtroppo a metà è interrotta dalla strada provinciale, qui purtroppo dobbiamo fermarci e far attraversare tutto il gruppo per poi proseguire il single track sino al mare, ripulito per l’occasione.



Continuiamo il nostro percorso attraversando la scogliera sino a raggiungere il famoso passaggio all’interno di un bunker risalente alla seconda guerra mondiale.



Una volta attraversato il bunker arriviamo al secondo pitstop sulla spiaggia della Biodola, dove con la scusa di ricompattare il gruppo ci rilassiamo un pò all’ombra per recuperare le energie per la prossima risalita.


Mai salita fù più dura, tutti i partecipanti si erano comodamente seduti a sorseggiare un pò di bevute fresche.
Riusciamo finalmente a ripartire e senza soste raggiungiamo la seconda discesa le Antenne.


Discesa meno flow della prima, un pò più tecnica che ci permetterà di avvicinarsi al luogo del ristoro, quest’ultima infatti termina in zona Acquaviva, dove andremo ad imboccare l’ultima risalita per terminare con la discesa finale del Viticcio.
Altro single track fra la macchia ma caratterizzato da alcuni punti da prestarci un occhio altrimenti si rischia di tagliare gomme o perdere per strada un deragliatore. 



Per fortuna tutto fila più o meno liscio e a parte un paio di forature finalmente alle 15 tutti possiamo dirigerci verso il ristoro.
I partecipanti non resistono alla tentazione di un bel bagno in mare ed alcuni pensano di tornare in continente a nuoto…


…ma quando si inzia a portare i viveri in tavola tutti tornano sul molo ed in men che non si dica si cominciano a vedere i fondi dei vassoi! 


Fra un boccone e una battuta si son fatte le 18 e tutti i partecipanti hanno lasciato il ristoro; noi ci sbrighiamo a rimetter a posto tutta la struttura e finalmente alle 19 esausti concludiamo la nostra avventura.


Alla fine contro ogni pronostico non ci son stati intoppi e tutto è filato per il verso giusto!! Vogliamo ringraziare tutti gli amici che son venuti a trovarci, i vostri sorrisi a fine giro son stati la più grande soddisfazione, la società moby-toremar che ci ha concesso cospicui sconti sul prezzo del traghetto per i partecipanti, la società “Amici dell’Enfola” per averci messo a disposizione tutta la struttura per i ristoro ed infine non meno importanti Enrica ed Isabella per aver preparato un ristoro che non si dimenticherà facilmente! 

GRAZIE A TUTTI E SPERIAMO DI RIVEDERVI ALLA SECONDA EDIZIONE!


Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria